A tre anni dalla pubblicazione della Laudato si'

Sacrificio Quaresimale in visita dal papa

11.07.2018

In occasione della conferenza internazionale organizzata per il terzo anniversario dell’enciclica Laudato si’, tenutasi in Vaticano il 5 e 6 luglio 2018, Bernd Nilles, direttore di Sacrificio Quaresimale, e Sonja Kaufmann (membro di direzione), hanno avuto modo di incontrare personalmente papa Francesco.

 

Nel suo discorso ai partecipanti alla conferenza, papa Francesco ha sottolineato l’urgenza di prendersi cura e di proteggere in modo duraturo la nostra casa comune, il nostro pianeta. Deve essere operato un «cambiamento radicale, fondamentale». La scienza fornisce prove dettagliate del modo in cui stiamo superando le capacità della Terra e delle catastrofi che ci minacciano. È importante agire adesso e lo sappiamo. Il pontefice si è inoltre rivolto ai capi di stato che si riuniranno per la conferenza sul clima (COP24) in Polonia a fine 2018 e ha esortato coloro che emettono più di tutti CO2 a smettere di perdere tempo e ad affrontare subito di petto la questione. Ha invitato gli istituti finanziari a cambiare paradigma e dunque a cessare di essere parte del problema. Questo appello urgente rinforza l’impegno di Sacrificio Quaresimale che chiede attualmente un «disinvestimento» da parte della Banca nazionale svizzera affinché quest’ultima metta fine ai suoi investimenti nel carbone e nel petrolio.

 

Uno stile di vita sostenibile

Papa Francesco ritiene inoltre che anche la Chiesa abbia un dovere e ringrazia tutti coloro che hanno contribuito alla messa in pratica dell’enciclica Laudato si’. «Mettiamo in atto la nostra strategia e le nostre priorità ispirandoci alla Laudato si’ – sottolinea Bernd Nilles, direttore di Sacrificio Quaresimale –. L’approccio socio-ecologico olistico che vi è associato, fornisce inoltre un importante contributo agli obiettivi di sostenibilità delle Nazioni Unite che la Svizzera si è impegnata a rispettare. In occasione del terzo anniversario della Laudato si’, Sacrificio Quaresimale ha pubblicato due opuscoli che riprendono alcune citazioni di questa importante enciclica, disponibili in tedesco, francese e italiano.

Altro tema importante discusso a Roma è stato il sinodo dei giovani che si terrà nel corso dell’autunno 2018, perché i cambiamenti climatici minacciano l’avvenire dei giovani del mondo intero. Le comunità autoctone e la nostra organizzazione partner REPAM hanno pure sottolineato l’importanza del sinodo sull’Amazzonia previsto nel 2019, che deve concentrare l’attenzione mondiale sulla distruzione ma anche sull’avvenire di questa regione del mondo così vitale. L’accaparramento delle terre, la deforestazione, l’esodo forzato legato alle coltivazioni di soia e di olio di palma, come pure l’estrazione di materie prime minacciano le popolazioni locali e l’ecosistema, e così facendo pure il clima mondiale. È per questo motivo che la Chiesa cattolica si concentrerà sull’Amazzonia nel 2019. Bernd Nilles è chiaro al riguardo: «È importante preservare questa regione e, al contempo, apprendere maggiormente sugli stili di vita sostenibili e i modelli agricoli delle comunità locali. Esse riescono a vivere in armonia con la natura praticando, ad esempio, l’agricoltura biologica invece di utilizzare pesticidi e fertilizzanti, mentre in numerose regioni del mondo, le persone distruggono i propri mezzi di sussistenza». Sonja Kaufmann, co-responsabile del settore comunicazione, aggiunge come «A Roma, oltre alle questioni politiche ed economiche, l’accento è stato posto sulla “transizione interiore” verso uno stile di vita più semplice che permette, in primo luogo, una “inversione ecologica”. Senza questa trasformazione molto personale di ciascuno di noi, non potremo controllare la crisi climatica, tantomeno giungere a una vita migliore per tutti. La Chiesa può davvero mettere l’accento su questo punto». Sacrificio Quaresimale ringrazia papa Francesco per la sua visita in Svizzera e le sue chiare parole che rafforzano il nostro lavoro.

 

Il bene comune al primo posto

La politica, l’economia e la società non prendono abbastanza sul serio i cambiamenti climatici. Di fronte a questo fallimento generalizzato, il professor Hans Joachin Schellnhuber, uno dei più rinomati ricercatori sul clima al mondo, ha messo in guardia contro l’inabitabilità di gran parte della Terra, in particolare nelle regioni vicine all’equatore. «Le centinaia di milioni di persone che perderanno la loro casa a causa delle nostre emissioni di CO2 dovranno ricevere un passaporto valido in tutto il mondo, una sorta di “carta verde climatica”, che permetterà loro di trovare una nuova casa». In occasione della conferenza della Chiesa cattolica, questa proposta ha ricevuto numerosi sostegni. In effetti aiuterebbe le persone in situazioni precarie, mettendo allo stesso tempo in evidenza l’ampiezza della crisi climatica mondiale.

Papa Francesco ha ringraziato e incoraggiato gli sforzi di ciascuno nel contrastare i cambiamenti climatici e ha ricordato che l’avvenire dei nostri figli e nipoti è minacciato: «Cari fratelli e care sorelle, le sfide non mancano. Esprimo la mia profonda gratitudine per il vostro impegno in favore della protezione e della cura del creato, così da assicurare un avvenire più sicuro per i nostri figli e nipoti. Talvolta il compito sembra troppo arduo perché vi sono in gioco troppi interessi particolari ed economici, e per non metterli a rischio, il bene comune è facilmente subordinato e l’informazione manipolata. Ma le persone sono capaci di affrontare il peggio e di superarsi per scegliere un nuovo inizio. Continuate a lavorare per un cambiamento radicale, perché le circostanze lo esigono».

In occasione della conferenza Laudato si’, si sono riuniti 400 rappresentanti della Chiesa, della politica, della scienza, della società civile e del mondo degli affari. Sabato 7 luglio 2018 Sacrificio Quaresimale ha partecipato ad altre discussioni a Roma, così da poter portare i risultati della conferenza nelle sue prossime azioni. La conferenza delle Nazioni Unite sul clima COP24, per la messa in pratica degli obiettivi climatici di Parigi ha giocato anch’essa un ruolo importante per la Chiesa cattolica e Sacrificio Quaresimale.

Per maggiori informazioni: http://laudato-si-conference.com/