Basi vitali versus agroindustria

L’agricoltura rimane la principale fonte di sostentamento di persone che vivono in povertà nei paesi in sviluppo. È quindi necessario investire in questo settore. Ma quale tipo di agricoltura è veramente utile al superamento della povertà e per porre fine allo scandalo della fame? Appare sempre più evidente che le alternative agro ecologiche sono la soluzione.

 

L’agricoltura convenzionale sottostà al dogma della crescita illimitata e punta sull’incremento della produzione. Tuttavia decenni di agroindustria non ha minimamente scalfito la realtà globale della fame e della malnutrizione. Anzi, spesso ha avuto addirittura conseguenze negative indebolendo il diritto al cibo perché il suo fabbisogno di nuovi terreni e di acqua è gigantesco.

 

Sono necessari altri modelli di agricoltura

 

Esperti internazionali, come l’ex Relatore dell’ONU per il diritto al cibo Oliver de Shutter, sono concordi nel dire che occorre un’altra agricoltura. I nuovi modelli di agricoltura devono puntare a una produzione con – e non contro – la natura. L’approccio agro ecologico propone la trasformazione strutturale dei sistemi e dei metodi di produzione. La base di questo cambiamento è la filosofia di produrre secondo le leggi e le dinamiche che regolano gli ecosistemi e nel rispetto delle risorse, non infinite, del pianeta terra.

 

Insieme alle organizzazioni della società civile in loco, Sacrificio Quaresimale promuove l’accesso alla terra e a strumenti di produzione agricola alternativi. Ci impegniamo nell’affermazione del diritto a usare sementi auto prodotte, nel proteggere la biodiversità e nella difesa dell’ambiente. Solo in questo modo l’agricoltura del futuro sarà in grado di assicurare una buona vita anche alle generazioni future.

 

Olio di palma = land grabbing (comunicato stampa)

29.08.2017

Per coltivare su vasta scala palme da olio sono violati i diritti umani e distrutte foreste. Non esiste olio di palma sostenibile.

Accordo di libero scambio con l’Indonesia: la Svizzera indebolisce i diritti delle famiglie contadine

17.12.2018

La Svizzera impone una rigorosa protezione delle varietà vegetali che limita i diritti delle contadine e dei contadini indonesiani e mette in pericolo la loro …

Il governo sudafricano ha negato l’accesso al mercato a una nuova qualità di mais di Monsanto

29.11.2018

Si tratta di una vittoria per le contadine e i contadini: Secondo l’impresa dell’agroindustria che lo ha prodotto, questo mais produrrebbe raccolti più abb…

Ci aiuti a promuove un’agricoltura capace di porre fine alla fame

Scelga l'importo
Claudia Fuhrer
Claudia Fuhrer

Programmi internazionali
Agroindustria
41 41 227 59 42
fuhrer@fastenopfer.ch

Share This