Basi vitali versus agroindustria

L’agricoltura rimane la principale fonte di sostentamento di persone che vivono in povertà nei paesi in sviluppo. È quindi necessario investire in questo settore. Ma quale tipo di agricoltura è veramente utile al superamento della povertà e per porre fine allo scandalo della fame? Appare sempre più evidente che le alternative agro ecologiche sono la soluzione.

 

L’agricoltura convenzionale sottostà al dogma della crescita illimitata e punta sull’incremento della produzione. Tuttavia decenni di agroindustria non ha minimamente scalfito la realtà globale della fame e della malnutrizione. Anzi, spesso ha avuto addirittura conseguenze negative indebolendo il diritto al cibo perché il suo fabbisogno di nuovi terreni e di acqua è gigantesco.

 

Sono necessari altri modelli di agricoltura

 

Esperti internazionali, come l’ex Relatore dell’ONU per il diritto al cibo Oliver de Shutter, sono concordi nel dire che occorre un’altra agricoltura. I nuovi modelli di agricoltura devono puntare a una produzione con – e non contro – la natura. L’approccio agro ecologico propone la trasformazione strutturale dei sistemi e dei metodi di produzione. La base di questo cambiamento è la filosofia di produrre secondo le leggi e le dinamiche che regolano gli ecosistemi e nel rispetto delle risorse, non infinite, del pianeta terra.

 

Insieme alle organizzazioni della società civile in loco, Sacrificio Quaresimale promuove l’accesso alla terra e a strumenti di produzione agricola alternativi. Ci impegniamo nell’affermazione del diritto a usare sementi auto prodotte, nel proteggere la biodiversità e nella difesa dell’ambiente. Solo in questo modo l’agricoltura del futuro sarà in grado di assicurare una buona vita anche alle generazioni future.

 

bernd-nilles_cidse-secretary-general-copyright-cidse

Alla guida di Sacrificio Quaresimale un esperto dello sviluppo con esperienza internazionale

30.01.2017

Bernd Nilles sarà il nuovo direttore di Sacrificio Quaresimale. Egli lascia il posto di Segretario generale di CIDSE, l’alleanza internazionale di organizzazioni cattoliche di cooperazion…

flood

In Nepal le acque si sono portate via le case e i raccolti della popolazione

24.08.2017

Le piogge incessanti hanno provocato l'esondazione di bacini d'acqua e fiumi. Migliaia di persone sono rimaste senza tetto e necessitano di aiuto urgente.

20170309_andapa

Inondazioni in Madagascar: case e raccolti di riso distrutti

13.03.2017

La violenza del tifone Eanwo ha lasciato decine di migliaia di famiglie senza un tetto. Nel nord della penisola Masoala, l'80 per cento dei raccolti di riso è …

Ci aiuti a promuove un’agricoltura capace di porre fine alla fame.

1

Scelta dell’importo

Scelga l’importo desiderato

Claudia Fuhrer
Claudia Fuhrer

Programmi internazionali
Agroindustria
41 41 227 59 42
fuhrer@fastenopfer.ch

Share This