Diritto al cibo

È un diritto di ogni essere umano poter accedere in ogni momento, singolarmente o insieme ad altri, a una quantità sufficiente di cibo o agli strumenti necessari a procurarsela. Sacrificio Quaresimale appoggia chi vive dei frutti della terra aiutando a coltivarla in maniera rispettosa dell’ambiente e rispettando standard sociali. Per garantire a lungo termine le basi vitali.

 

Il nostro impegno va all’affermazione del diritto universale che ogni persona ha di nutrirsi nel modo migliore possibile.  In particolare ci stanno a cuore le famiglie contadine, quelle di pescatori o cacciatori raccoglitori che sono marginalizzate dal sistema economico dominante. Le attività proposte nei nostri progetti puntano all’ottenimento di titoli fondiari, all’approvvigionamento idrico sicuro, all’auto produzione di sementi, ad affrontare meglio i sempre più frequenti fenomeni meteorologici estremi. In poche parole puntiamo alla difesa delle basi della loro esistenza.

 

Nei paesi in cui realizziamo progetti è centrale l’aspetto del rafforzamento delle capacità di auto nutrirsi. Strumenti privilegiati sono la promozione dell’agricoltura agro ecologica, per esempio con sementi locali e concime auto prodotto. Oppure l’adattamento ai mutamenti climatici, l’accesso ai mercati locali per il commercio delle eccedenze e anche la riduzione dell’indebitamento grazie alla realizzazione di campi e granai comunitari e casse di risparmio solidale.

 

Riuscire a meglio affrontare sfide globali

 

Grazie ai nostri progetti popolazioni che subiscono già oggi le conseguenze negative del mutamento climatico, come l’aumento della frequenza e l’intensità dei tifoni, o periodi di siccità estremi, riescono ad affrontarle meglio. La riduzione dei rischi è uno degli approcci adottati, ma c’è anche la prevenzione.

Oppure rafforziamo le capacità delle comunità locali nel far fronte alle conseguenze negative di grossi progetti industriali, come miniere, centrali idroelettriche o monocolture di biomassa. Anche in questo ambito le attività svolte nei progetti puntano a rendere migliore e sicuro l’accesso al cibo sul medio e lungo periodo.

Per raggiungere i nostri obiettivi abbiamo lanciati due programmi internazionali intitolati Energia e giustizia climatica e Basi vitali versus agroindustria. Inoltre il diritto al cibo è rafforzato anche dal nostro impegno a favore del Commercio equo.

 

bernd-nilles_cidse-secretary-general-copyright-cidse

Alla guida di Sacrificio Quaresimale un esperto dello sviluppo con esperienza internazionale

30.01.2017

Bernd Nilles sarà il nuovo direttore di Sacrificio Quaresimale. Egli lascia il posto di Segretario generale di CIDSE, l’alleanza internazionale di organizzazioni cattoliche di cooperazion…

Ma questo piccolo paradiso è minacciato dalle miniere di bauxite. (© Carlos Penteado CPI-SP)

Le miniere di bauxite in Brasile minacciano l’esistenza delle comunità Quilombo

12.09.2017

Le comunità Quilombo chiedono una moratoria sul rilascio di licenze per l'estrazione di bauxite, fino a quando i loro territori non saranno stati riconosciuti …

10000-unterschriften

Oltre 10’000 consumatrici e consumatori hanno detto no ai prodotti contenenti olio di palma

11.09.2017

Assieme a Pane per tutti invitiamo i grossi commercianti al dettaglio svizzeri a ridurre il numero di prodotti in vendita contenenti olio di palma.

Rafforzi con noi il diritto al cibo

1

Scelta dell’importo

Scelga l’importo desiderato

haiti

Clima e energie

Tifoni nelle Filippine, terreni incoltivabili e desertificazione in Burkina Faso, raccolti andati a male in Nepal: laddove le conseguenze negative delle mutati condizioni metereologiche si fanno sentire, sono soprattutto le persone povere a stare male. Il nostro impegno dà voce a chi subisce danni, sia in loco sia in Svizzera sia a livello internazionale.

Di più

Commercio equo

A ogni persona che produce merci per il mercato globalizzato devono sì essere garantite buone condizioni di lavoro e corrisposto un compenso adeguato. Ma tutto il sistema economico in vigore deve diventare più giusto. Solo così il commercio equo sarà, per tutte le persone impiegate nell’industria tessile o elettronica, per i braccianti o per le famiglie contadine, che oggi sono sfruttati in ogni parte del mondo, “la luce alla fine del tunnel”.

Di più
Madagaskar COTE EST
Haiti, SKDK in Carice

Basi vitali versus agroindustria

L’agricoltura rimane la principale fonte di sostentamento di persone che vivono in povertà nei paesi in sviluppo. È quindi necessario investire in questo settore. Ma quale tipo di agricoltura è veramente utile al superamento della povertà e per porre fine allo scandalo della fame?

Di più
Share This