Kenya

Superare fame e miseria grazie alla solidarietà

L’economia del Kenya si sta risollevando ed è in crescita. Sacrificio Quaresimale opera per far sì che a beneficiarne non sia solo chi già sta bene, ma anche chi vive ancora in povertà e discriminato in regioni rurali.

La situazione delle popolazioni rurali che vivono dei prodotti della terra o di pastorizia sta peggiorando perché terra ed acqua si fanno sempre più rare. Da una parte per via dei mutamenti climatici e dall’altra perché è in forte aumento l’utilizzo di grandi superfici per realizzarvi attività economiche come l’edilizia, il turismo, l’allevamento e le coltivazioni estensive.

 

Quando lo spazio vitale di agricoltori e allevatori si rimpicciolisce tra loro nascono violenti conflitti. Alcune organizzazioni partner di Sacrificio Quaresimale in Kenya dedicano con successo il loro lavoro alla prevenzione o alla gestione di questi conflitti. Operano con tutta la comunità e coinvolgono anche i giovani.

 

Risparmiare insieme e coltivare la terra utilizzando tecniche nuove

 

Il segreto del successo dei progetti realizzati da Sacrificio Quaresimale sta nell’efficacia dei metodi e degli strumenti applicati. In primo luogo c’è la volontà di creare prima e rafforzare poi il senso di comunità tra le persone. Agire insieme non solo permette di ottenere di più, ma anche di mettere in atto trasformazioni durature.

 

Comunità forti sono anche in grado di venire in aiuto ai più deboli al proprio interno. Esse formano gruppi di risparmio solidale che intervengono così che chi è nel bisogno non deve ricorre agli usurai e finire in miseria.

 

Per migliorare la redditività del terreno, evitando di ricorrere alla chimica (che oltre a essere dannosa per la salute e l’ambiente non è economicamente sostenibile) danno ottimi risultati le tecniche agro ecologiche che puntano su una buona qualità del terreno e su sementi più performanti ottenute selezionandole in loco e grazie a scambi di sementi.

 

Anche la diffusione di cucine a legna di un nuovo tipo permette alle famiglie di vivere in ambienti più sani, di risparmiare in legna da ardere. Ciò permette tra l’altro ai boschi di rigenerarsi più in fretta.

 

Ecco che cosa possiamo fare anche grazie al Suo aiuto:

  • rendere capaci 10’000 persone di produrre cibo a sufficienza utilizzando tecniche agro ecologiche;
  • promuovere i gruppi di risparmio solidale che permettono alle persone di uscire dalla spirale dell’indebitamento cronico;
  • rendere possibile la costruzione di 17’000 cucine a legna performanti che non emettendo fumo non danneggiano i polmoni e che essendo più efficienti riducono il fabbisogno di legna da ardere.

KenyaPopolazioneSperanza di vitaMortalità infantileAlfabetizzazioneReddito interno lordo pro capite
44.35 Mio.61 anni4.87 %82.2 %930 US-$
7.9 Mio.83 anni0.43 %99.6 %82 430 US-$
Kenya
Popolazione44.35 Mio.7.9 Mio.
Speranza di vita61 anni83 anni
Mortalità infantile4.87 %0.43 %
Alfabetizzazione82.2 %99.6 %
Reddito interno lordo pro capite930 US-$82 430 US-$

Progetti in Kenya

Programma nazionale Kenya

Benno Steffen
Benno Steffen

Responsabile programmi Kenya e Haiti

Mail
Stellamaris Mulaeh

Coordinazione

Tutti i documenti relativi al Kenya si trovano

qui

Sostenga le persone in Kenya