Guatemala

La popolazione nativa si organizza e agisce compatta

Sacrificio Quaresimale si impegna a fianco delle popolazioni indigene lasciate indietro dallo sviluppo. Per aiutarle a uscire dalla povertà e a non subire più nessun tipo di violenza.

I progetti realizzati da Sacrificio Quaresimale in Guatemala hanno come punto di partenza la cultura tradizionale della popolazione nativa che vive orientandosi al buen vivir. Il buen vivir è un approccio olistico alla vita, in cui elementi materiali e immateriali riescono a convivere armoniosamente e dove ogni essere vivente ha la sua ragione d’essere.

 

In particolare la terra, la pachamama, è rispettata in quanto generatrice di vita. Questo spiega anche la protesta compatta di contadine e contadini nel 2014 nei confronti del disegno di una legge nazionale voluta dai giganti dell’agro industria per la totale privatizzazione del mercato delle sementi. La protesta fu tale da far fallire la legge.

 

Un’esistenza migliore grazie alla terra

 

Con formazioni proposte fin nelle valli più remote del paese le persone sono informate sul funzionamento dello stato, sui servizi che lo stato prevede anche per loro e su come ottenerli: formazione scolastica di base, acqua potabile, sistema sanitario.

 

Inoltre imparano che esiste la possibilità di legalizzare la proprietà della terra che abitano e coltivano. A questo scopo nei progetti vengono formate persone affinché siano capaci di aiutare quelle famiglie che richiedono il titolo fondiario. In un paese in cui la terra fa gola a chi pianta monocolture o apre miniere, possedere legalmente la terra è una grossa sicurezza.

 

Anche in Guatemala le conseguenze dei mutamenti climatici sono una realtà che si manifesta concretamente per chi vive dei frutti della terra che coltiva. Siccità e susseguenti alluvioni distruggono sempre più spesso raccolti e orti, lasciando intere regioni senza più nulla di cui cibarsi.

 

Per prevenire questo tipo di problema sono applicati efficaci strumenti e strategie: diversificazione delle colture, sementi resistenti alla siccità, permacoltura, trasformazione e migliore conservazione delle materie prime. In generale, visto che la rendita delle coltivazioni aumenta, si rende necessario anche migliorare l’accesso ai mercati regionali per la commercializzazione delle eccedenze. Le famiglie posso quindi contare anche su un reddito aggiuntivo.

Il programma d’intervento Guatemala è gestito in collaborazione con Pane per tutti.

 

Ecco che cosa possiamo fare anche grazie al Suo aiuto:

  • diffondere metodi di coltivazione adattati alle nuove condizioni climatiche e rispettosi della natura;
  • facilitare l’accesso ai mercati locali per la vendita delle eccedenze;
  • formare consulenti fondiari in grado di seguire le famiglie contadine nel processo di legalizzazione della proprietà della loro terra;
  • ottenere benefici concreti per 60’000 persone, di cui la metà donne, entro il 2022.

Oltre 10'000 consumatrici e consumatori hanno detto no ai prodotti contenenti olio di palma

11.09.2017

Assieme a Pane per tutti invitiamo i grossi commercianti al dettaglio svizzeri a ridurre il numero di prodotti in vendita contenenti olio di palma.

GuatemalaReddito interno lordo pro capiteSuperficie nazionaleSperanza di vitaMortalità infantileAlfabetizzazione
3.34 US-$108‘889 km²72 anni3.2 %78.3 %
82.4 US-$41‘285 km²83 anni0.43 %99.6 %
Guatemala
Reddito interno lordo pro capite3.34 US-$82.4 US-$
Superficie nazionale108‘889 km²41‘285 km²
Speranza di vita72 anni83 anni
Mortalità infantile3.2 %0.43 %
Alfabetizzazione78.3 %99.6 %

Progetti in Guatemala

Programma nazionale Guatemala

Philippa Mund

Responsabile programma Guatemala

Mail
Olga Inés Pérez

Coordinazione

Tutti i documenti relativi a Guatemala si trovano

qui

Sostenga le persone lavoro in Guatelmala

1

Scelta dell’importo

Scelga l’importo desiderato