Uragani catastrofici nel 2020 in Guatemala

Assistenza coordinata e a lungo termine per la popolazione

14.02.2021
Überschwemmungen Guatemala 2020

Nel novembre 2020, gli uragani Eta e Iota hanno causato danni devastanti in Guatemala. Le persone più colpite sono state quelle della remota regione montuosa del nord, dove Sacrificio Quaresimale gestisce diversi progetti. Grazie ai suoi team per le catastrofi, il governo svizzero ha potuto rispondere immediatamente alla richiesta di aiuto umanitario del governo guatemalteco. Un breve resoconto.

A causa della sua posizione geografica, il Guatemala è sempre stato minacciato dalle catastrofi naturali. Con il mutamento climatico, aumentano gli uragani, le prolungate forti piogge, le inondazioni, le siccità e gli incendi boschivi. Nel novembre 2020, le piogge torrenziali hanno causato frane di numerose colline – che hanno travolto anche case e campi. Gran parte dei raccolti di mais e fagioli sono stati distrutti, lasciando migliaia di famiglie prive di questo sostentamento.

Come la Svizzera si prepara alle catastrofi in America Centrale

In primo luogo, la Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) mantiene un Grupo de Intervención y Apoyo Rápido (GIAR) in America centrale, composto da esperti latinoamericani in aiuto umanitario. In secondo luogo, nel 2013 le ambasciate svizzere e sei organizzazioni svizzere di cooperazione internazionale attive in America centrale hanno creato una squadra di pronto intervento locale: l’Equipo de emergencia local (EEL). L’obiettivo di entrambe le organizzazioni è quello di fornire, in modo rapido ed efficiente, l’aiuto d’emergenza dalla Svizzera alla popolazione colpita. Negli ultimi cinque anni, la coordinazione locale di Sacrificio Quaresimale ha assunto il compito di coordinare l’EEL.
I membri dell’EEL si incontrano regolarmente per uno scambio e organizzano formazioni congiunte destinate alle organizzazioni locali partner di progetto delle organizzazioni svizzere di cooperazione internazionale, su come affrontare le catastrofi. Ci sono anche scambi regolari con esperte ed esperti del GIAR.

Nothilfe Guatemala/Alta Vera Paz 2020

Impegno comune per 1’700 famiglie

Dopo gli uragani e le inondazioni senza precedenti del novembre 2020, le due organizzazioni hanno lavorato a stretto contatto per la prima volta. Il loro intervento si è svolto per 22 giorni in una delle zone più colpite, San Pedro Carchá in Alta Verapaz. Asociación T’zuul Taq’a si è rivelata un sostegno importante nella distribuzione effettiva degli aiuti d’emergenza. È un’organizzazione partner di progetto di Sacrificio Quaresimale da oltre dieci anni e il suo team ha una solida conoscenza della regione e parla la lingua locale q’eqchi. Anche le collaboratrici e i collaboratori di T’zuul Taq’a erano molto motivati e solidali con la popolazione. Durante l’azione congiunta, oltre 1’700 famiglie sono state rifornite di beni di prima necessità quali cibo, acqua potabile, nonché materiale igienico e protettivo contro il Covid-19.

Nothilfe Guatemala Alta Verapaz: Registration

Aiuti d’emergenza: più sono coordinati, tanto più sono efficaci

Non sono state solo le organizzazioni svizzere a collaborare, ma hanno coordinato i loro interventi anche con gli aiuti umanitari di altri paesi, le Nazioni Unite e gli aiuti governativi in caso di catastrofe. Nella valutazione, questa esperienza è stata considerata efficace da tutti i partecipanti: tutti erano informati delle azioni degli altri e si attenevano ai ruoli assegnati. Come risultato, gli aiuti umanitari assolutamente necessari sono stati forniti nel tempo record di una sola settimana. Un totale di 73 tonnellate di beni di prima necessità è stato consegnato alle famiglie colpite in 14 grandi comunità remote.

Überschwemmungen Guatemala 2020

Il ritorno alla vita normale richiede tempo

Grazie alla proficua collaborazione tra l’organizzazione partner di progetto locale di Sacrificio Quaresimale, T’zuul Taq’a, con EEL e GIAR, le famiglie danneggiate dagli uragani di Alta Verapaz vengono ora sostenute anche nel processo di ricostruzione. Ricevono contanti che possono usare per le loro necessità di base: cibo, acqua potabile, sementi, riparazione e ricostruzione di case o articoli per l’igiene come sapone, assorbenti igienici e disinfettanti. L’obiettivo è che tutti possano vivere come prima della catastrofe. Perché solo quando i bisogni fondamentali di sicurezza – sufficiente cibo, un tetto sopra la testa – sono soddisfatti, è possibile per le famiglie dedicarsi nuovamente ai progetti di sviluppo.

Yojana Miner
Membro del team di coordinamento di Sacrificio Quaresimale e Pane per tutti
Coordinatrice di EEL Guatemala.

 

Per poter continuare a sostenere la ricostruzione nel nord del Guatemala, siamo grati per ogni donazione. . 
Qui trova maggiori informazioni sul programma Guatemala di Sacrificio Quaresimale e Pane per tutti (in tedesco)

Sostenga la popolazione del Guatemala nella ricostruzione